Statuto


Statuto OELLE suddiviso per articoli


Art. 1 – Denominazione

E’ costituita, a livello nazionale, una Associazione scientifica e culturale denominata: “ACCADEMIA ITALIANA DI ODONTOIATRIA LEGALE”, in forma abbreviata “OELLE”, di seguito denominata “Associazione”.


Art. 2 – Scopi

L’Associazione, senza scopo di lucro né finalità sindacali, ha lo scopo di promuovere la formazione e l’aggiornamento scientifico della materia medicolegale relativamente alla branca odontostomatologica, contribuendo al miglioramento delle conoscenze pratico-scientifiche in tema di ODONTOIATRIA LEGALE ED ASSICURATIVA, avendo cura di tutelare che le attività scientifiche, legislative e professionali nella materia di riferimento avvengano nel rispetto dei principi ETICI E DEONTOLOGICI. L’area di interesse comprende ogni aspetto riguardante le tematiche della “Responsabilità Professionale e della Traumatologia Oro-Dento-Facciale”, l’attività valutativa in materia odontostomatologica, sia nell’ambito civilistico che penalistico, le normative e gli aspetti etico-deontologici di riferimento per l’espletamento della Professione Odontoiatrica, gli aspetti più strettamente “odontologico forensi” riferiti alla attività identificativa, nel vivente e nel cadavere, e tutte le attività connesse a tale disciplina. Essa non svolge attività imprenditoriali ad eccezione di quelle necessarie alle attività di formazione continua, e quindi correlate con l’organizzazione di eventi formativi quali congressi, seminari, pubblicazioni scientifiche ed ogni altra attività, anche attraverso la rete informatica, atte a diffondere l’informazione scientifica in linea con gli scopi della Associazione stessa.
Gli scopi descritti verranno perseguiti attraverso:

  • l’organizzazione del Congresso Annuale;
  • la realizzazione e/o la promozione, gestione, patrocinio di eventi culturali, corsi, seminari, conferenze, dibattiti, eventi formativi e di aggiornamento nella materia odontostomatologico-legale;
  • partecipazione alla formazione permanente con programmi annuali di attività formativa ECM (Educazione Continua in Medicina);
  • il finanziamento delle attività ECM attraverso l'autofinanziamento e i contributi degli associati e/o enti pubblici e privati, ivi compresi contributi delle industrie farmaceutiche e di dispositivi medici, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalla Commissione nazionale per la formazione continua;
  • la pubblicazione on-line e/o cartacea di una Rivista;
  • la promozione e/o realizzazione e consolidamento di rapporti di collaborazione con Società Scientifiche Italiane o Straniere che perseguono finalità analoghe a quelle della Associazione, favorendo l’interscambio culturale e scientifico, sia a livello regionale, sia nazionale, che internazionale;
  • la pubblicazione cartacea e/o on-line di Albi, contenenti nomi di persone la cui competenza professionale sia stimata di grado elevato da parte della Associazione, che possano costituire un riferimento nella attività valutativa medico-legale di interesse odontoiatrico e maxillo-facciale;
  • la definizione di linee guida o protocolli atti al miglioramento del pratico esercizio professionale, in collaborazione con l’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (A.S.S.R.) e la Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche (F.I.S.M.);
  • la costituzione di gruppi di studio e di ricerca scientifica;
  • l’ istituire, bandire, gestire e finanziare l’assegnazione di borse di studio o premi per attività e/o ricerca scientifica;
  • il sostenere iniziative editoriali di pubblicazione cartacea e/o su mezzi informatici e/o on-line, di riviste, atti di congressi, opere divulgative a carattere scientifico, anche dando vita ad uno o più siti web dedicati, a banche dati, biblioteche e similari di consultazione on-line e/o cartacea;
  • la partecipazione alla organizzazione e/o gestione di corsi di formazione universitari e/o Master universitari;
  • la collaborazione con il Ministero della Salute, le Regioni, le Aziende Sanitarie e gli altri organismi e istituzioni sanitarie pubbliche Regionali, Nazionali, Comunitarie ed Internazionali aventi quali finalità la tutela della salute e del sapere scientifico;
  • la promozione della reciproca conoscenza fra gli associati anche con attività ricreative, incluse quelle conviviali;
  • ogni altra attività non specificata, nel rispetto delle normative vigenti, in relazione alla attuazione delle finalità associative.

La Gestione delle attività promosse dalla Associazione potrà essere affidata a Società e/o a Organismi e Strutture private competenti ed autorizzate a realizzare gli intenti prefissati.



Art. 3 – Sede Principale e Sedi Secondarie
La Sede della Associazione è stabilita presso il Tesoriere in carica protempore. La Associazione può dare vita a sedi Regionali o Interregionali, stabilite presso i Referenti Regionali o Interregionali in carica pro-tempore; dette Sedi faranno proprio il presente Statuto.



Art. 4 - Durata

La durata della Associazione è a tempo indeterminato e potrà essere sciolta con delibera dell’Assemblea Straordinaria dei Soci con le modalità stabilite dall’art. 23 del presente statuto.


Art. 5 – Patrimonio dell’Associazione
Il patrimonio dell’ Associazione è costituito dai fondi derivanti dalle quote di iscrizione, dalle quote associative di rinnovo annuale della stessa, da donazioni, sovvenzioni, contributi da parte degli associati o di soggetti terzi, pubblici o privati, a qualsiasi titolo, dagli eventuali fondi di riserva costituiti dalle eccedenze di bilancio e dagli utili derivanti da manifestazioni o partecipazioni ad esse, con esclusione di finanziamenti che configurino conflitto di interesse con il S.S.N., anche se forniti attraverso soggetti collegati, nonché da tutti i beni, mobili ed immobili, acquisti a qualsiasi titolo dall’Associazione attraverso l’esercizio dell’attività nel perseguimento degli scopi istituzionali. I Soci non potranno vantare nessun diritto sul patrimonio sociale, neppure in caso di scioglimento della Associazione. L’Associazione risponde di fronte a terzi solo con il proprio patrimonio.


Art. 6 - Soci
Possono iscriversi ad OELLE direttamente, con presentazione di domanda di iscrizione alla Segreteria e versamento della quota di iscrizione, tutti coloro ai quali lo Stato Italiano consente di esercitare la Professione di Odontoiatra, regolarmente iscritti all’Albo degli Odontoiatri della Provincia di appartenenza. Possono iscriversi, altresì, direttamente, i Medici Chirurghi, gli specialisti in Medicina Legale, gli Avvocati, i Magistrati, i Professionisti tutti regolarmente iscritti all’Albo Professionale della categoria di appartenenza, se previsto, che operano nel settore medico-giuridico e/o manifestano interesse all’approfondimento delle conoscenze degli aspetti valutativi nella branca odontoiatrica e maxillo-facciale. L’iscrizione è consentita anche agli Studenti in Odontoiatria, in Medicina e Chirurgia e in Giurisprudenza e in Igiene Dentale. Potranno iscriversi ad OELLE, con ammissione vincolata alla accettazione da parte del Consiglio Direttivo, ingegneri, bio-ingegneri, chimici, fisici, odontotecnici, esperti in merceologia dei materiali, biologi, psicologi, igienisti e professionisti tutti di attestata e documentata esperienza scientifica e particolare competenza tecnica, la cui professionalità possa risultare utile alla valutazione medico-legale odontoiatrica di “aspetti tecnico-scientifici” propriamente detti. L 'ammissione alla qualifica di Socio di tutti i soggetti elencati avverrà senza limitazioni alcuna, sia che operino nelle varie strutture e settori di attività del Servizio Sanitario Nazionale (Aziende Ospedaliere, Aziende USL, Aziende Universitarie, IRCCS, Ospedali classificati, Case di Cura private accreditate, ecc.) o in regime libero professionale, senza alcuna discriminazione in relazione al luogo di lavoro. Lo status di Socio è relativo all’anno solare di iscrizione. Se l’iscritto non rinnova l’iscrizione annualmente, entro il 31 gennaio di ogni anno, riceverà un sollecito attraverso la posta elettronica e se non avrà regolarizzato la propria posizione, tramite versamento della quota di rinnovo, entro il 28 febbraio, decadrà automaticamente dalla qualifica di Socio. A cura del Segretario dell’Associazione è tenuto il Libro dei Soci, in carta libera e suddiviso per ogni anno solare di attività dell’Associazione, che viene aggiornato in modo costante all’atto dell’attribuzione della qualità di socio e in occasione di ogni rinnovo annuale di soci già facenti parte dell’Associazione. I diritti e i doveri dei Soci decorrono dall’iscrizione nel Libro dei Soci e senza soluzione di continuità in occasione dei successivi rinnovi annuali. Nel Libro dei Soci devono essere annotati (i) i dati anagrafici dei Soci, (ii) l’indirizzo di residenza o di domicilio di ciascun Socio, (iii) i dati relativi all’iscrizione all’Albo Professionale della categoria di appartenenza ovvero all’Università ed al relativo Corso di Laurea frequentato in funzione dei requisiti di accesso all’Associazione di cui all’art. 7 che segue, (iv) la corrispondente tipologia di Socio attribuita, (v) l’indirizzo di posta elettronica che verrà utilizzato per qualsiasi comunicazione da parte dell’Associazione, in particolare per la convocazione dell’Assemblea dei Soci.


Art. 7 - Tipologie di Soci
I Soci della Accademia Italiana di Odontoiatria Legale si distinguono in:

  • A) Soci Fondatori
  • B) Soci Attivi
  • C) Soci Ordinari
  • D) Soci Sostenitori
  • E) Soci Onorari

A) Soci Fondatori

Sono Soci Fondatori quelli le cui generalità sono elencate nell’atto costitutivo della Associazione. In relazione al fatto che essi stabiliscono di concorrere in parti uguali al versamento di una quota di denaro atta a costituire il patrimonio iniziale della Associazione, i Soci Fondatori saranno esentati a vita dal versamento delle quote associative.

B) Soci Attivi

Si stabilisce che il Consiglio Direttivo potrà conferire la qualifica di Socio Attivo a quei Soci Ordinari che, alla data del 31.12.2012, si saranno particolarmente distinti nella promozione della Associazione nel suo primo anno di vita. In seguito potrà diventare Socio Attivo il Socio iscritto alla Associazione come Socio Ordinario da almeno tre anni consecutivi. Egli dovrà sottoporre alla approvazione del Consiglio Direttivo domanda di ammissione a Socio Attivo, corredata di Curriculum che dimostri di aver raggiunto una particolare competenza nella materia odontoiatrico-legaleassicurativa ed etica, essere iscritto all’Albo dei Consulenti e/o dei Periti di un Tribunale Ordinario, aver preso parte alla attività culturale della Associazione con regolarità, aver ottenuto la pubblicazione sulla Rivista della Associazione, di almeno tre articoli scientifici. I Soci Attivi hanno diritto di voto per l’elezione dei membri, scelti fra loro stessi, che potranno entrare a far parte del Consiglio Direttivo, affiancandosi ai Soci Fondatori, che ne sono membri di diritto.

C) Soci Ordinari

Possono iscriversi in qualità di Soci Ordinari, coloro che risultino iscritti all’Albo Professionale della categoria di appartenenza da almeno cinque anni. I Soci Ordinari appartenenti all’ambito odontoiatrico o medico-legale potranno richiedere l’iscrizione (facoltativa ed aggiuntiva) al “Albo dei Consulenti e Periti Valutatori OELLE”, contenente i nomi degli Esperti nella valutazione del danno odontostomatologico e maxillo-facciale, solamente se iscritti all’Albo dei Consulenti e/o dei Periti presso un Tribunale Ordinario.

I Soci Ordinari appartenenti alle categorie indicate come “Tecnico-Scientifiche” all’Art. 6, se iscritti al proprio Albo o Registro Professionale da almeno 5 anni, potranno richiedere l’iscrizione al “Albo degli Esperti Tecnico-Scientifici di riferimento OELLE”, contenente i nome di Professionisti appartenenti ad aree Tecnico- Scientifiche varie, per la cui competenza ed esperienza possono risultare Esperti utili nella Valutazione del Danno Odontostomatologico e Maxillo-Facciale.

D) Soci Sostenitori

Possono iscriversi unicamente in qualità di Soci Sostenitori gli studenti in Odontoiatria, in Medicina e Chirurgia, in Giurisprudenza e in Igiene Orale. A questa categoria di Soci si iscriveranno temporaneamente gli Odontoiatri, i Medici Chirurghi e tutti gli altri Professionisti iscritti al relativo Albo o esercenti la professione da meno di cinque anni. Inoltre, possono iscriversi come Soci Sostenitori, esclusivamente per il primo anno solare di iscrizione, i nuovi iscritti ad OELLE, a prescindere dalla qualifica e dall’anzianità di iscrizione all’Albo Professionale. I Soci Sostenitori non possono accedere alla iscrizione nell’Albo dei Consulenti e Periti Valutatori della OELLE.

E) Soci Onorari

Il Consiglio Direttivo potrà segnalare e proporre alla Assemblea dei Soci l’ingresso nella Associazione di persone di elevata competenza in ambito Medico-Legale e Odontoiatrico, che si siano distinte nel sostenere l’attività della Associazione stessa. Con approvazione a maggioranza da parte dei presenti alla Assemblea Ordinaria dei Soci, essi diverranno Soci Onorari, con diritti-doveri sovrapponibili a quelli di Socio Ordinario, ma saranno esentati dal pagamento della quota associativa annuale di iscrizione.

Soci Onorari e Soci Attivi potranno eleggere fra i Soci Onorari sino ad un massimo complessivo di due presidenti Onorari della Associazione, con doveri di Garanti, uno in area Medico Legale ed uno in area Odontoiatrica. La loro nomina avverrà una sola volta ed essi resteranno in carica a tempo indeterminato, ovvero fino a dimissioni, morte, ovvero perdita della qualità di socio ai sensi e per gli effetti delle disposizioni di cui all’art. 9 che segue.


Art. 8 - Diritti e Doveri dei Soci
I Soci, in regola con il pagamento della quota annuale di iscrizione, hanno diritto a :

  • a. partecipare agli eventi culturali organizzati dalla Associazione, usufruendo delle agevolazioni economiche o delle gratuità previste per le diversetipologie di Soci;
  • b. essere informati, con lettere circolari on-line, di tutte le attività scientifiche e delle Assemblee indette dalla Associazione;
  • c. ricevere username e password di accesso alle aree del sito web riservate ai Soci, ivi compreso l’accesso alla consultazione on-line della Rivista della Associazione stessa;
  • d. partecipare all’Assemblea dei soci, con diritto di intervento e di voto sulle materie poste all’Ordine del Giorno, in particolare l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo, nonché i progetti didattico-scientifici proposti dal Consiglio Direttivo, che costituiranno la programmazione della attività culturale della Associazione sino alla data del successivoCongresso Annuale;
  • e. solo ed esclusivamente i Soci Attivi hanno diritto di voto per l’elezione dei membri del Consiglio Direttivo da affiancare ai Soci Fondatori: alla candidatura possono accedere esclusivamente i Soci Attivi.

I Soci hanno altresì i seguenti doveri nei confronti dell’Associazione e dei suoi Organi:

  • A) osservare le norme del presente Statuto e di eventuali regolamenti generali, nonché le deliberazioni assunte dagli Organi sociali, evitando in tutti i modi comportamenti che possano nuocere alla reputazione ed allo scopo dell’Associazione;
  • B) comunicare al Segretario dell’Associazione qualsiasi variazione intercorsa in relazione ai propri dati riportati nel Libro dei Soci ed in particolare all’indirizzo e-mail utile alle comunicazioni da parte degli Organi dell’Associazione nei confronti dei Soci;
  • C) versare nei termini previsti dal presente Statuto e/o da successive delibere degli Organi sociali le quote associative ed i contributi straordinari di volta in volta deliberati;
  • D) comunicare senza indugio qualsiasi procedimento disciplinare a proprio carico promosso dall’ente titolare della gestione dell’Albo Professionale o dall’istituto Universitario di appartenenza che possa in qualsiasi modo precludere l’accesso alla qualità di Socio ovvero far venir meno i requisiti richiesti dall’art. 7 del presente Statuto.

Art. 9 – Cessazione dalla qualità di Socio
La qualità di Socio si perde:

  • A) per lo scioglimento dell’Associazione;
  • B) per recesso, fatto pervenire in qualsiasi momento alla segreteria dell’Associazione tramite lettera accomandata A/R o posta elettronica certificata;
  • C) per esclusione inappellabile, deliberata dal Consiglio Direttivo, con il voto favorevole della metà più uno dei suoi componenti, in caso di gravi infrazioni alle disposizioni del presente statuto e/o di delibere degli organi sociali, di riscontro di comportamenti del Socio contrari alla Legge, all’etica professionale o ritenuti dannosi degli interessi sociali, disonorevoli e/o lesivi del buon andamento e del nome dell’Associazione, o comunque contrastanti con le finalità della Associazione. L’Esclusione verrà comunicata a mezzo di raccomandata A/R, e non dà diritto alla restituzione delle quote associative e dei contributi versati, né in alcun modo a vantare diritti sul patrimonio dell’Associazione;
  • D) per morosità. Alla data del 01 febbraio di ogni anno solare, il Socio che non abbia regolarizzato l’iscrizione attraverso il pagamento della quota associativa annuale, verrà sollecitato via e-mail a provvedere urgentemente al versamento. Se alla data del 01 marzo del medesimo anno solare il Socio non avrà provveduto a far pervenire gli estremi dell’avvenuto pagamento, sarà considerato moroso e decadrà automaticamente dalla qualità di Socio. Il Socio decaduto per morosità potrà essere riammesso previa nuova presentazione di domanda di ammissione corredata dal versamento della quota di iscrizione;
  • E) per il venir meno dei requisiti di cui all’art. 7 utili all’ammissione a far parte dell’Associazione in qualità di Socio, in particolare l’iscrizione all’Albo Professionale o all’istituto Universitario di appartenenza.

Art. 10 – Quote associative
L’entità della quote di iscrizione e delle quote annuali associative nonché delle quote di iscrizione ai Registri di riferimento sarà stabilita dal Consiglio Direttivo. L’ammontare delle quote associative possono variare di anno in anno e possono essere differenziate in funzione della singole categorie di Socio a discrezione del Consiglio Direttivo. Possono altresì essere deliberati dei contributi straordinari soggetti all’approvazione dell’Assemblea dei Soci in relazione a singoli progetti proposti ed approvati dal Consiglio Direttivo. La quota non é trasmissibile a terzi, né agli eredi in caso di morte del Socio; l'erede non subentrerà nei diritti connessi alla quota associativa.


Art. 11 – Organi della Associazione
Gli Organi dell’Associazione sono:

  • 1) L’Assemblea dei Soci
  • 2) Il Consiglio Direttivo
  • 3) Il Presidente
  • 4) Il Vice-Presidente
  • 5) Il/I Presidente/i Onorari
  • 6) Il Segretario
  • 7) Il Tesoriere
  • 8) I Revisori dei Conti

Art. 12 – L’Assemblea dei Soci
L’Assemblea dei Soci può essere Ordinaria o Straordinaria.

  • 1) L’Assemblea Ordinaria dei Soci, alla quale hanno diritto di partecipare tutti i Soci in regola con il pagamento delle quote associative, è presieduta dal Presidente, si riunisce annuale, almeno una volta all’anno entro il 30 aprile dell’anno successivo nonché in occasione ed in sede del Congresso Nazionale, e sarà valida qualunque sia il numero dei Soci presenti. La Convocazione sarà comunicata con posta elettronica, almeno 8 (otto) giorni prima della data stabilita per l’Assemblea attraverso pubblicizzazione divulgativa del Congresso Nazionale, la cui informativa i soci sono tenuti a conoscere e riporterà l’Ordine del Giorno delle materie oggetto di discussione e delibera nell’Assemblea. L’Assemblea ordinaria dei Soci approva il bilancio preventivo e consuntivo, delibera sugli atti e contratti relativi a diritti reali immobiliari e su ogni altro argomento che non sia di competenza di altri Organi sociali Il Consiglio Direttivo sottoporrà a dibattito ed approvazione da parte della Assemblea, a maggioranza dei presenti, i progetti didattico- scientifici che costituiranno la programmazione della attività culturale della Associazione sino alla data del successivo Congresso. I Soci possono intervenire anche per delega conferita ad altro Socio dell’Associazione; ciascun Socio potrà essere portatore fino ad un massimo di 5 deleghe da parte di altri Soci.
  • 2) Il Presidente potrà convocare l’Assemblea Straordinaria, qualora il Consiglio Direttivo lo riterrà necessario, in relazione alla presenza di questioni di fondamentale importanza per la vita dell’Associazione, a carattere di urgenza. L’Assemblea Straordinaria dei Soci ha competenza altresì sulle modifiche allo Statuto nonché sullo scioglimento dell’Associazione e le conseguenti modalità di liquidazione del patrimonio sociale. L’Assemblea Straordinaria è validamente costituita con la presenza di almeno un terzo dei soci e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei due terzi dei presenti. L’Assemblea dei Soci può deliberare solo su argomenti posti all’ordine del giorno. Ogni Socio, presente in proprio o per delega, ha diritto ad un voto. Le deliberazioni adottate dall’Assemblea devono essere trascritte su apposito libro dei verbali e sottoscritte dal Segretario e dal Presidente. L´assemblea dei Soci è presieduta dal Presidente ovvero, in caso di sua assenza, dal Vice-Presidente o, in subordine, dal Tesoriere.

Art. 13 - Il Consiglio Direttivo
Il Consiglio Direttivo è composto di diritto dai Soci Fondatori e nella sua composizione iniziale, con le cariche attribuite nell’Atto Costitutivo, rimarrà in carica per il primo mandato triennale; in seguito, i suoi membri potranno decidere, a maggioranza, l’ingresso nel Consiglio stesso di un numero aggiuntivo di Soci, nella misura di un Socio Attivo ogni 25 Soci complessivi della Associazione, eletti dai Soci Attivi fra i Soci Attivi stessi, senza che, comunque, il Consiglio Direttivo raggiunga un numero di componenti superiore a 10. Qualora eletti, potranno partecipare alle Riunioni del Consiglio Direttivo il/i Presidente/i Onorario/i, ed esso/i potranno esprimere il proprio voto esclusivamente per le decisioni di carattere disciplinare nei confronti dei Soci. Il Consiglio Direttivo agisce al fine di realizzare gli scopi della Associazione, attraverso la attuazione dei programmi proposti dal Presidente o dai suoi componenti ed approvati dal Consiglio stesso, deliberando altresì su qualsiasi iniziativa volta al perseguimento degli scopi sociali, vigilando sul buon andamento della vita associativa, nel rispetto delle norme definite dallo Statuto. Subito dopo la costituzione della Associazione stessa, l’assunzione delle cariche designate nell’atto costitutivo darà inizio al primo mandato, che, al pari dei successivi, avrà durata triennale. Le cariche associative saranno assunte esclusivamente, nel presente e nel futuro, da membri del Consiglio Direttivo. Ogni membro non potrà assolvere più di una carica. Le riunioni del Consiglio Direttivo saranno convocate dal Presidente, almeno una volta all’anno, con comunicazione attraverso posta elettronica che dovrà essere inviata con un anticipo di 8 (otto) giorni o, nei casi di urgenza, con almeno 3 (tre) giorni di preavviso; la comunicazione conterrà data, sede, orario della riunione e argomenti da trattare all’ordine del giorno. Qualora impossibilitato a presenziare alla Riunione, ogni membro del Consiglio potrà intervenire direttamente in audio-videoconferenza. La Riunione è valida qualunque sia il numero dei membri presenti. Le deliberazioni sono prese a maggioranza dei presenti; ogni membro del Consiglio ha diritto ad un voto. Non è ammesso il voto per delega. In caso di parità prevale il voto del Presidente. I resoconti delle riunioni verranno redatti dal Presidente o dal Segretario entro 8 (otto) giorni dalla riunione stessa, saranno sottoscritti da entrambi ed inviati via e-mail ai membri del Consiglio Direttivo e approvati definitivamente nella successiva riunione del Consiglio Direttivo medesimo, acquisendone carattere di Verbale e conservato nell’archivio dal Segretario. Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente ovvero, in caso di sua assenza, dal Vice-Presidente o, in subordine, dal Tesoriere. Con cadenza triennale, durante l’Assemblea Ordinaria dei Soci i Soci Attivi eleggono, con il voto favorevole della maggioranza dei presenti, eventuali propri rappresentanti nel Consiglio Direttivo; i membri del Direttivo eleggono in seguito il Presidente e rinnovano le cariche associative, con votazione a scrutinio segreto, a maggioranza dei voti espressi dai presenti.


Art. 14 - Il Presidente
Il Presidente è il legale rappresentante della Associazione. Egli è eletto tra i membri del Consiglio Direttivo, non percepisce compensi e può essere rieletto. Egli presiede, indirizza e coordina le attività del Consiglio Direttivo, indicando la linea dell’attività didattico-scientifica della Associazione per il triennio della sua Presidenza, coordinando, in particolare, la realizzazione scientifica ed organizzativo-gestionale del Congresso Nazionale: a questo fine si avvarrà della collaborazione diretta ed elettiva di uno o più consiglieri da Lui stesso indicato/i. Il Presidente cura i rapporti dell’Associazione con le altre società scientifiche e con la stampa e può delegare uno o più membri del Direttivo a rappresentarlo a tale scopo. Egli presiede l’Assemblea dei Soci, riunisce il Consiglio Direttivo ogni qualvolta lo ritenga necessario o se ne venga espressa richiesta scritta da parte di almeno tre dei suoi membri. Il Presidente e il Tesoriere dovranno aprire un conto corrente bancario intestato alla Associazione, depositando la loro firma, con poteri di firma disgiunta: essi potranno emettere assegni od effettuare pagamenti con bonifici anche on-line, carte di credito o bancomat, entro cifre stabilite dal regolamento, ottenendo per contro regolari ricevute e/o fatture giustificative.


Art. 15 - Il Vice-Presidente
Il Vice-Presidente è eletto dal Consiglio Direttivo su indicazioni del Presidente; coadiuva il Presidente nello svolgimento del suo incarico, lo sostituisce in caso di impedimenti dello stesso. Egli è eletto tra i membri del Consiglio Direttivo, non percepisce compensi e può essere rieletto. In caso di dimissioni o di cessazione anticipata dalla carica del Presidente, assume la carica “pro-tempore” e convoca il Consiglio Direttivo entro 30 (trenta) giorni dalla cessazione per la nuova nomina.


Art. 16 – Il/ I Presidente/i Onorario/i
I Presidenti Onorari, qualora eletti rispettivamente nell’area medico legale e nell’area odontoiatrica, partecipano alle riunioni del Consiglio Direttivo ma non hanno diritto di voto se non riguardo a decisioni a carattere disciplinare nei confronti dei Soci.


Art. 17 - Il Segretario
Il Segretario redige con il Presidente i verbali delle Assemblee dei Soci e delle riunioni del Consiglio Direttivo. Conserva i Verbali approvati della Associazione al pari di tutte le
corrispondenze cartacee o elettroniche, a carattere non fiscale, che intervengano tra la Segreteria, a Lui affidata, e i Soci. Conserva ed aggiorna il Libro dei Soci e si preoccupa di sollecitare il pagamento del rinnovo della quota associativa annuale. Ha il compito di dare comunicazione ai Soci, attraverso posta elettronica, della attività culturale programmata dalla Associazione. Egli è eletto tra i membri del Consiglio Direttivo, non percepisce compensi e può essere rieletto.


Art. 18 - Il Tesoriere
Contitolare, con il Presidente, del conto corrente bancario intestato alla Associazione, è autorizzato ad emettere assegni o pagamenti per conto della stessa. Il Tesoriere è tenuto a sorvegliare sulla idonea conservazione degli incartamenti a carattere fiscale necessari al fine della stesura della contabilità della Associazione, operata da Lui stesso o con ausilio di persona/e competenti, autorizzate dal Consiglio Direttivo. Si occuperà di tenere personalmente e/o in solido con il Presidente, i rapporti con la Banca e si occuperà di ogni altra questione relativa alla vita amministrativa della Associazione. A suo carico la stesura del bilancio preventivo e di quello consuntivo della Associazione, che verranno esposti per l’approvazione, con relazione scritta, alla Assemblea dei Soci, previa approvazione dei revisori dei Conti. Egli è eletto tra i membri del Consiglio Direttivo, non percepisce compensi e può essere rieletto.


Art. 19 - I Revisori dei Conti
Sono in numero di due, eletti dal Consiglio Direttivo fra i suoi componenti, ed hanno il compito di verificare il bilancio consuntivo della Associazione redatto dal Tesoriere, e di controfirmarlo al fine di conferirgli la validità.


Art. 20 – Il Bilancio
L’esercizio sociale si chiude al 31 dicembre di ogni anno. Il bilancio consuntivo, rispecchiante fedelmente la gestione economica e finanziaria della Associazione, redatto dal Tesoriere e controfirmato, dopo revisione, dai Revisori dei Conti, sarà presentato con breve relazione scritta dal Tesoriere e sottoposto alla approvazione della Assemblea Ordinaria dei Soci. Nella stessa sede sarà presentato dal Tesoriere alla approvazione dell’Assemblea dei Soci, il bilancio preventivo di spesa per l’anno in corso. Allo Statuto si affiancherà un Regolamento Interno, redatto ed approvato dal Consiglio Direttivo, che conterrà, fra le altre disposizioni, l’indicazione della Sede della Associazione ed i recapiti di interesse specifico.


Art. 21 – Commissione Disciplinare
Il Consiglio Direttivo sottoporrà a valutazione eventuali infrazioni e comportamenti dei Soci non congrui rispetto alla conduzione e all’etica della vita associativa. Eventuali misure sanzionatorie, in linea con quanto indicato dal Codice di Deontologia Professionale della FNOMCEO, sino alla espulsione del Socio, saranno decretate con votazione alla quale parteciperanno di diritto anche i Presidenti Onorari.


Art. 22 - Controversie
Per eventuali controversie fra Soci, e fra Soci e Associazione, relative all’interpretazione e all’applicazione del presente Statuto sarà fatto ricorso al giudizio di un arbitro nominato dal Presidente del Tribunale competente per territorio rispetto alla sede dell’Associazione.


Art. 23 – Scioglimento e liquidazione
Lo scioglimento dell’Associazione potrà essere decretato dai due terzi dei partecipanti alla Assemblea dei Soci, riunitasi in sede Straordinaria. Se per qualsiasi causa e in qualunque tempo si dovesse giungere allo scioglimento e alla liquidazione della Associazione, il Consiglio Direttivo sarà incaricato della liquidazione; sarà la stessa Assemblea dei Soci che delibera lo scioglimento anticipato dell’Associazione a decidere come destinare il patrimonio esistente alla data di scioglimento, fermo restando il vincolo che l’intero patrimonio sia devoluto a fini benefici, ad Enti, pubblici o privati, con qualsiasi forma giuridica ma senza scopo di lucro, che perseguano una scopo compatibile ed in linea con le finalità dell’Associazione stessa.


Art. 24 – Rinvio alla Legge
Per quanto non previsto nel presente Statuto troveranno applicazione le norme del Codice Civile e qualsiasi altra Legge vigente in materia di associazioni.


Monza, lì 27 gennaio 2012